I luoghi del jazz

I luoghi del jazz

 

 

Teatro Mario Del Monaco

Il Teatro Comunale Mario Del Monaco è il principale teatro della città. Il primo teatro trevigiano fu aperto nel 1692 per iniziativa del conte Fiorino Onigo, tra il 1869 e il 1930 il Teatro conobbe un periodo di particolare splendore. Dal dopoguerra venne identificato come Teatro Comunale, per poi essere intitolato al celebre e nel 2011. Dal Settembre 2019 è gestito da Teatro Stabile del Veneto.

Chiesa di Santa Caterina

La chiesa di Santa Caterina, oggi sconsacrata, fa parte del complesso di Santa Caterina, una delle sedi dei Musei civici di Treviso. Fu l’intervento del restauratore Mario Botter, successivo ai gravi danni subiti durante i bombardamenti del 1944 e del 1945, a favorire la decisione di recuperare l’intero complesso a funzioni culturali. Nella chiesa, restaurata secondo il progetto dell’architetto Toni Follina, sono oggi conservate le Storie di sant’Orsola di Tomaso da Modena.

Palazzo Giacomelli

Palazzo Giacomelli è la sede di rappresentanza di AssindustriaVenetoCentro a Treviso, è un luogo espositivo, di grande pregio architettonico e ricco di testimonianze artistiche. E’ uno spazio aperto alla città e al territorio, la musica jazz a Palazzo Giacomelli è sempre un evento magico.

Piazza Rinaldi

Riqualificata nel 2016, un tempo adibita a parcheggio, Piazza Rinaldi nel periodo estivo ora è una sede di eventi culturali aperti alla cittadinanza, nel pieno centro cittadino.

Loggia dei Cavalieri

La Loggia dei cavalieri è un edificio tra i più rappresentativi del centro storico. È ubicata all’incrocio tra via Martiri della Libertà e via Indipendenza, probabilmente nel luogo dell’antico foro della Tarvisium romana.Simbolo del potere politico assunto dai nobili nel periodo del Libero Comune, fu costruita durante la podesteria di Giacomo da Perugia (1276-77) come luogo di convegni, conversazioni, giochi per la nobiltà, i Cavalieri, appunto.

Auditorium S.Artemio

Il Sant’Artemio è il complesso edilizio che, nel corso del Novecento, è stato la sede dell’Ospedale Psichiatrico Provinciale di Treviso, e che, dal 2007, dopo un importante intervento di riqualificazione, ospita i locali e gli uffici dell’ente Provincia di Treviso. L’auditorium Sant’Artemio è quindi l’auditorium della Provincia di Treviso.

Chiesa di San Gaetano

Sede dell’ospizio dei Cavalieri Templari, fu edificata nel XIII secolo. Ancor oggi si conservano tracce di quell’edificio, unitamente a parti affrescate di epoca romanica. Nel XIX secolo passò alla Diocesi, ente cui tuttora appartiene. La Chiesa di San Gaetano oggi fa parte del complesso del Museo Nazionale Collezione Salce

Auditorium Bomben

Gli spazi Bomben ospitano le iniziative pubbliche di carattere scientifico e divulgativo organizzate da Fondazione Benetton Studi Ricerche, e intendono anche offrire alla città ambienti adatti a momenti pubblici culturali di diversa natura. L’auditorium, situato al piano terra di palazzo Bomben, è strutturato con platea e galleria, con una capienza complessiva di 150 posti.

Chiesa di San Gregorio

Il primo documento che attesa la presenza della Chiesa, è un atto notarile risalente al 1146, mentre nel 1184 la Chiesa è menzionata in una bolla di Papa Lucio III come possedimento del Vescovo di Treviso. Nel corso dei secoli la Chiesa fu arricchita d’opere d’arte per mano delle numerose confraternite e associazioni che qui avevano sede. Nel 2003 sono stati avviati importanti lavori di restauro promossi dal FAI.